martes, 5 de mayo de 2015

Cosa ci facciamo qui?



Introduzione di Andrea Carlo Cappi

Il mio amico Fabio Viganò e io siamo, sospetto, due grafomani. È una perversione socialmente accettata, tranne forse quando porta a perseguitare case editrici innocenti con l'invio di manoscritti indecenti. Ma non è il nostro caso. sia perché i nostri manoscritti non sono indecenti, sia perché di rado le case editrici sono davvero innocenti.
Fatto sta che scriviamo, di getto e di continuo. Abbiamo sempre qualcosa da dire. Dev'essere che pensiamo troppo. È uno dei nostri peccati, per fortuna non il solo.
Ecco perché abbiamo aperto "Il Rifugio dei Peccatori": per scrivere quello che pensiamo e, a volte, riferire ciò che pensano altre persone che stimiamo. E anche per segnalare occasioni di incontro culturale che condividiamo. Il tutto fatto con passione e senza scopo di lucro. Che è, temo, la cosa che ci riesce meglio.
Per cui mettetevi comodi, accendetevi un sigaro, versatevi da bere e fatevi un giro tra i nostri articoli e le nostre interviste. Benvenuti al Rifugio.




Andrea Carlo Cappi è autore di quaranta titoli tra narrativa, saggistica e raccolte di racconti. Con il suo nome e con lo pseudonimo François Torrent è il creatore di una saga thriller edita soprattutto da Segretissimo Mondadori; di questo ciclo sono recenti le riedizioni Medina-Milano da morire (Cordero) e Nightshade-Obiettivo Sickrose (Cento Autori) ed è imminente la novità Black and Blue (Cordero). Ha scritto romanzi originali su Diabolik & Eva Kant, in corso di riedizione digitale da dbooks.it; fumetti e romanzi originali su Martin Mystère, tra cui nel 2014 L’ultima legione di Atlantide (Cento Autori); e ha collaborato alla sceneggiatura del serial Mata Hari con Veronica Pivetti (Rai Radio1). Tra le ultime pubblicazioni, il romanzo horror-erotico Le vampire di Praga (Anordest) e il saggio sulla scrittura Lettera K (Cordero).
 
 
Fabio Viganò, brianzolo, comincia a scrivere e collaborare con un giornale a diciassette anni. Scopre la poesia e se ne innamora. Riceve riconoscimenti a Monza, Lerici e Milano, e la pubblicazione al Città di Venezia. I suoi libri: Pensieri di libertà (Alberti & C. Editori), Col sangue, col ferro e col fuoco (Casa Editrice Zen), e il romanzo Havana’s Club. Attualmente scrive e pubblica su Internet nei ritagli di "tempo libero".
 
 

2 comentarios:

  1. Bentrovato Fabio..avevo perso le sue tracce ma dopo una lunga ricerca l'ho finalmente ritrovata. Vedo che si è dato all'impegno civile..articolo interessante che affronta la nota questione con un taglio insolito. Decisamente più interessante dei suoi componimenti poetici - esaurita la vena? - ..ho molto apprezzato il pezzo su Marettimo. Da buon conoscitore dell'isola,leggendolo sembrava quasi di sentirne il profumo.
    Bravo!
    A presto

    ResponderEliminar
  2. Grazie, Vito. In effetti mi sono sempre occupato di impegno civile. Riguardo la Poesia, essa va meditata e assaporata molto adagio, parola per parola. Si sa, le parole hanno il loro significato e il loro peso! Grazie ancora e continui a seguirci! (F.V.)

    ResponderEliminar